L'altro diritto Centro di documentazione su carcere, devianza e marginalità

Ottenuta la revisione del bando della Scuola di recitazione

2015

In data 17 luglio 2015, l'Altro diritto ha diffidato la Fondazione Teatro della Toscana per aver diffuso un bando per l'ammissione al corso di formazione attivato presso la Scuola L'Oltrarno ("Scuola di Formazione del Mestiere dell'Attore" diretta da Pierfrancesco Favino) che richiedeva tra i requisiti per la partecipazione il possesso della cittadinanza italiana.

Ritenendo l'esclusione dei cittadini comunitari e degli stranieri residenti sul territorio italiano palesemente discriminatoria, ai sensi della normativa europea (art. 18 TFUE e art. 14 CEDU) ed italiana (art. 43 D.lgs. 286/1998), l'associazione ha segnalato alla Fondazione l'illegittimità del suddetto bando chiedendo la rimozione della clausola in questione e la proroga del termine per la scadenza delle iscrizioni per consentire ai giovani illegittimamente esclusi di poter presentare la propria candidatura.

La Scuola L'Oltrarno ha correttamente provveduto il 18 luglio ad ampliare la possibilità di iscrizione a tutti i candidati privi di cittadinanza italiana ed europea regolarmente soggiornanti sul territorio italiano e a prorogare il termine di iscrizione al bando fino al 31 luglio.